Pieve di Cusignano  

 

 

 

 

Voci d'estate nel borgo

Lunghe serate d'estate,
l nei prati che non son pi prati
giungevano note ripetute d'un clarino.
Lui che suonava poi and emigrato
ma il suono resta
nel mito di quel tempo
quando i suoni i sentori
i colori eran verginali,
noi li respiravamo
senza capirli allora,
e adesso che li vogliamo riprovare
ci chiediamo se " troppo tardi ormai"
ripensando a una canzone
allora nuova tentata dal clarino
che scendeva da una finestra alta
nella via dove su scalini
fervevano discorsi
di cose fatte insieme
condividendo il sollievo del riposo
nell'aria appena fresca,
e noi rincorrendoci sul prato
sentivamo voci note
calme piacevoli risate,
senza capirle allora provavamo
quelle certezze che ora ricerchiamo.
 

4 marzo 1994

Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62, si dichiara che questo sito non rientra nella categoria di "informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.

Tutto il materiale  presente in questo sito da noi pubblicato a scopo culturale in totale buona fede d'uso.

Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright pregato vivamente di comunicarcelo via e-mail: info@pievedicusignano.it

Copyright 2002 Pieve di Cusignano - ver. 9.68

Aggiornato il:  08 dicembre 2018