Pieve di Cusignano  

 

 

 

 

LA PERSISTENZA DELLA MEMORIA

 

Nell'ora che il tempo diventa

sinonimo di memorie

sulla persistenza

di giovanili storie

batte lo stillicidio

di messaggi che dicono

lui non c'è più,

e l'ultimo mi giunse

sulla cartolina lucida

con i segni eterni

del borgo natio

il Duomo, il palazzo

con l'orologio fermo

ad un'ora di sempre,

l'ora persistente

del pittore Dalì

curvata sull'obelisco,

e l'amico che anche lui non è più

mi riappare ridente

ad un angolo noto,

ridente di gioventù

che la mia lontananza

mantenne fino a ieri

quando lessi le brevi

parole d'addio,

perché noi che partimmo

restiamo all'allora

a stagioni colorate

da desideri, speranze

in queste lontananze

ingannatrici anche

nell'ascoltar l'eterno,

scendono ibride voci

col vento della Sierra

gelido precocemente,

uomini soli mormorano

monosillabicamente,

sono dei soliloqui

e si sperdon nel vento,

mentre cerco altre voci

quelle voci, tante,

che oramai sono spente.

1994

Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62, si dichiara che questo sito non rientra nella categoria di "informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.

Tutto il materiale  presente in questo sito è da noi pubblicato a scopo culturale in totale buona fede d'uso.

Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright è pregato vivamente di comunicarcelo via e-mail: info@pievedicusignano.it

Copyright © 2002 Pieve di Cusignano - ver. 9.68

Aggiornato il:  08 dicembre 2018